Jump to content

Welcome to Totallympics, the home of Olympic Sports!

Register now to gain access to all of our features. Once registered and logged in, you will be able to create topics, post replies to existing threads, give reputation to other members, get your own private messenger, manage your profile and so much more. This message will be removed once you have signed in.

Login | Create an Account


goofy900

Italy National Thread | Verso Tokyo 2020

Recommended Posts

Henry_Leon    149

:hyper: Impresa della Roma in Champions, rimonta 1-4 di  Barcellona,e arriva in semifinale !!!!  

Rimontare 3 goals, impresa mai riuscita ad un italiana in UCL (solo due squadre Spagnole ci erano riuscite fino ad oggi: Barca e Deportivo La Coruna)

Era dal 1983/84 che i giallorossi non raggiungevano le semifinali di Champions.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gianlu33    789

Road to Tokyo2020

rPbyCMgQRUiCqgohhtAfKg.png

 

Calcio Femminile - Qualificazioni Mondiali 2019

Italy ITA.gif 2 - 1 BEL.gif Belgium
Half-Time: 1-1
April 10th 2018, h. 18:30, (GMT +1), Stadio Paolo Mazza, Ferrara

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gianlu33    789

Piccoli aggiornamenti dal nuoto, provando a snocciolare le mie quasi nulle conoscenze sul nuoto italiano

 

50 metri dorso M: Simone Sabbioni fa segnare il record italiano juniores e vince la gara con un tempo di 25.17 facendo segnare il record italiano juniores e il miglior crono europeo dell'anno, riuscendo anche a strappare il pass per Glasgow2018. Secondo posto per il compagno di società Niccolò Bonacchi (25.22), terzo posto per Thomas Ceccon, atleta classe 2001 (25.48).

 

800m stile libero F: Simona Quadarella vince a spasso il titolo italiano con il tempo di 3:25.82 dando più di otto secondi di scarto alle avversarie. Secondo posto per Diletta Carli, terza Alisia Tettamanzi.

 

400m stile libero M: Domenico Acarenza vince con 3:46.27 (primato personale), secondo tempo stagionale europeo e quarto tempo mondiale. In seconda posizione si piazza Filippo Megli con 3:50.40, limando il record personale di 5 centesimi, in terza piazza il campione olimpico dei 1500m Gregorio Paltrinieri.  Da segnalare l'assenza del primatista italiano Gabriele Detti, fermo ai box per una preucazione post-infortunio

 

100m rana F: Doveva essere la sfida tra Castiglioni e Carraro, e così è stato. L'atleta delle fiamme gialle Arianna Castiglioni riesce a vincere migliorando il primato personale di 4 centesimi con il tempo di 1:06.91, dietro di lei Martina Carraro con 1:07.80, tempo valido per volare agli europei in Scozia, terza Ilaria Scarcella con 1:08.48.

 

200m farfalla M: Gara show per l'azzurro classe 2001 Federico Burdisso che vince agilmente con 1:57.23, facendo segnare il record italiano juniores e abbassando il record italiano di 23 centesimi diventando l'ottavo italiano di sempre. Sui restanti gradini del podio Filippo Berlincioni (1:57.82) e Christian Ferraro (1:58.06).

 

400m misti F: Livello altissimo attualmente nel panorama azzurro, con i biglietti per Glasgow esauriti già ieri. La gara è stata vinta dalla finanziera Ilaria Cusinato con 4:37.14, capace di abbassare di ben 2 secondi il suo primato personale e di diventare la terza italiana di sempre. Seconda piazza per Carlotta Toni con 4:39.27, terza invece Alessia Poleri con 4:40.87

 

50m stile libero M: Doveva essere la gara di Luca Dotto ma il re è stato cacciato dal trono. L'azzurrino classe 1997 Andrea Vegani si impone con il tempo di 21.70, limando di ben 18 centesimi il suo primato personale, mettendosi dietro Dotto che ha fatto segnare 22.06 sul cronometro, tempo valido per andare agli europei. Terza posizione per l'atleta dell'esercito Lorenzo Zazzeri (22.35).

 

Staffetta 4x100 stile libero F: Piccola menzione veloce per la prima staffetta del programma. La gara è stata vinta dal Centro Sportivo Esercito con il tempo di 3:42.35, secondo il Circolo Canottieri Aniene (da segnalare il 53.63 di Federica Pellegrini, migliore frazione lanciata), terzo il Gruppo Sportivo Fiamme Oro.

 

Riepilogo pass Glasgow2018 (11):

50m stile libero M: Andrea Vegani, Luca Dotto

400m stile libero M: Domenico Acarenza

800m stile libero F: Simona Quadarella

50 metri dorso M: Simone Sabbioni

100m rana F: Arianna Castiglioni, Martina Carraro

200m farfalla M: Federico Burdisso 

400m misti F: Ilaria Cusinato, Carlotta Toni, Alessia Poleri

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gianlu33    789

Ricapitolando la serata di oggi... la Juventus perde nel recupero con un rigore e l'hockey perde prendendo 2 goal negli ultimi 3 minuti (vinceva 2-1). Che magnifica serata :cry:

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Ophadece    13
7 hours ago, Gianlu33 said:

Ricapitolando la serata di oggi... la Juventus perde nel recupero con un rigore e l'hockey perde prendendo 2 goal negli ultimi 3 minuti (vinceva 2-1). Che magnifica serata :cry:

 

Con un rigore falso 

  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
phelps    362
Il 11/4/2018 Alle 09:42, Gianlu33 ha scritto:

Piccoli aggiornamenti dal nuoto, provando a snocciolare le mie quasi nulle conoscenze sul nuoto italiano

 

50 metri dorso M: Simone Sabbioni fa segnare il record italiano juniores e vince la gara con un tempo di 25.17 facendo segnare il record italiano juniores e il miglior crono europeo dell'anno, riuscendo anche a strappare il pass per Glasgow2018. Secondo posto per il compagno di società Niccolò Bonacchi (25.22), terzo posto per Thomas Ceccon, atleta classe 2001 (25.48).

 

800m stile libero F: Simona Quadarella vince a spasso il titolo italiano con il tempo di 3:25.82 dando più di otto secondi di scarto alle avversarie. Secondo posto per Diletta Carli, terza Alisia Tettamanzi.

 

400m stile libero M: Domenico Acarenza vince con 3:46.27 (primato personale), secondo tempo stagionale europeo e quarto tempo mondiale. In seconda posizione si piazza Filippo Megli con 3:50.40, limando il record personale di 5 centesimi, in terza piazza il campione olimpico dei 1500m Gregorio Paltrinieri.  Da segnalare l'assenza del primatista italiano Gabriele Detti, fermo ai box per una preucazione post-infortunio

 

100m rana F: Doveva essere la sfida tra Castiglioni e Carraro, e così è stato. L'atleta delle fiamme gialle Arianna Castiglioni riesce a vincere migliorando il primato personale di 4 centesimi con il tempo di 1:06.91, dietro di lei Martina Carraro con 1:07.80, tempo valido per volare agli europei in Scozia, terza Ilaria Scarcella con 1:08.48.

 

200m farfalla M: Gara show per l'azzurro classe 2001 Federico Burdisso che vince agilmente con 1:57.23, facendo segnare il record italiano juniores e abbassando il record italiano di 23 centesimi diventando l'ottavo italiano di sempre. Sui restanti gradini del podio Filippo Berlincioni (1:57.82) e Christian Ferraro (1:58.06).

 

400m misti F: Livello altissimo attualmente nel panorama azzurro, con i biglietti per Glasgow esauriti già ieri. La gara è stata vinta dalla finanziera Ilaria Cusinato con 4:37.14, capace di abbassare di ben 2 secondi il suo primato personale e di diventare la terza italiana di sempre. Seconda piazza per Carlotta Toni con 4:39.27, terza invece Alessia Poleri con 4:40.87

 

50m stile libero M: Doveva essere la gara di Luca Dotto ma il re è stato cacciato dal trono. L'azzurrino classe 1997 Andrea Vegani si impone con il tempo di 21.70, limando di ben 18 centesimi il suo primato personale, mettendosi dietro Dotto che ha fatto segnare 22.06 sul cronometro, tempo valido per andare agli europei. Terza posizione per l'atleta dell'esercito Lorenzo Zazzeri (22.35).

 

Staffetta 4x100 stile libero F: Piccola menzione veloce per la prima staffetta del programma. La gara è stata vinta dal Centro Sportivo Esercito con il tempo di 3:42.35, secondo il Circolo Canottieri Aniene (da segnalare il 53.63 di Federica Pellegrini, migliore frazione lanciata), terzo il Gruppo Sportivo Fiamme Oro.

 

Riepilogo pass Glasgow2018 (11):

50m stile libero M: Andrea Vegani, Luca Dotto

400m stile libero M: Domenico Acarenza

800m stile libero F: Simona Quadarella

50 metri dorso M: Simone Sabbioni

100m rana F: Arianna Castiglioni, Martina Carraro

200m farfalla M: Federico Burdisso 

400m misti F: Ilaria Cusinato, Carlotta Toni, Alessia Poleri

 

ti chiedo scusa, ma devo fare un paio di rettifiche...

 

nei 50 dorso, Sabbioni non è più junior da un pezzo, per cui, niente record (che peraltro gli appartiene con 25.22, in attesa che Ceccon lo distrugga nei prossimi mesi)...

mentre il campione Italiano dei 50m stile libero è Andrea Vergani, non Vegani...

 

e contesterei anche il "livello altissimo" dei 400 misti donne...è vero che è stata una gara affollata al vertice, ma i tempi registrati sono assai modesti a livello internazionale (specie in questa gara in cui l'Europa, Hosszu, Britanniche e Belmonte a parte, non esprime praticamente nulla di interessante)...

p.s. comunque di pass in questa gara ce n'è ancora uno a disposizione...in ogni gara dell'Europeo, infatti, si possono schierare fino a 4 nuotatori...

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
phelps    362
Posted (edited)

e già che ci siamo, riassumiamo anche la seconda giornata di ieri...

 

50m Dorso donne: vince Silvia Scalia con 28.30, tempo discreto e nulla più, ma che, come campionessa Nazionale, le vale il pass per Glasgow sulla distanza. "Solo" quarta Federica Pellegrini, che si conferma anche nel dorso decisamente poco incline alle gare di velocità pura sulla singola vasca.

 

50m Farfalla uomini: si impone a sorpresa Andrea Vergani, di nuovo al titolo dopo l'exploit del giorno precedente nella gara sprint dello stile libero. Il tempo, però, questa volta non è neanche lontanamente competitivo come quello segnato a stile...per lui un 23.63 che non dice nulla a livello internazionale. In questa gara si segnala la grande delusione di Piero Codia (secondo su tempi per lui irrisori) e Matteo Rivolta (6. e addirittura sopra i 24 secondi).

 

100m Farfalla donne: grandissima battaglia tra Ilaria Bianchi ed Elena Di Liddo, con la prima che la spunta per un "nonnulla", solo 5 centesimi. I tempi delle 2 (57.70 vs 57.75), peraltro, sono abbastanza competitivi anche a livello Europeo (non da medaglia, ma da finale sì) e valgono per entrambe la qualificazione per Glasgow 2018.

 

100m Dorso uomini: esplode finalmente il talento di Thomas Ceccon, che guadagna titolo, pass per Glasgow e record Italiano juniores con un eccellente (vista l'età) 53.94. Secondo Simone Sabbioni, che "strappa" eccessivamente nella prima vasca e non "tiene" a sufficienza nella seconda, quando Ceccon cambia ritmo e vola al successo. Per lui, comunque, la qualificazione ai campionati Continentali era già arrivata ieri sui 50, quindi la seppur deludente prestazione odierna non compromette nulla. Interessanti, in prospettiva 200m, anche la terza e quarta piazza di Ciccarese e Restivo, con tempi che migliorano abbondantemente i personali di entrambi.

 

200m Rana donne: vince, come da pronostico, Francesca Fangio, che migliora (di poco) il personale (2.26.72), ma che rimane assai lontana dai tempi che contano a livello internazionale. Seconda una sorprendente Martina Carraro, che tutti conosciamo come velocista, ma che ieri ha condotto una gara equilibrata che l'ha portata a scendere fino a 2.27 anche sui 200m. Pass per Glasgow in questa gara, comunque, solo per Fangio in qualità di Campionessa Italiana.

 

100m Rana uomini: squillo di tromba da parte di Fabio Scozzoli, che, in assenza del giovane rivale Martinenghi, segna un entusiasmante 59.33 e migliora addirittura il personale vecchio di 7 anni (quando in 59.42 conquistò un incredibile argento mondiale a Shanghai 2011). Anche per lui, ovviamente, pass per la Scozia assicurato...e con ambizioni che non si limiteranno a una presenza "Decoubertiana". Deprimente, invece, il livello deglia altri partecipanti...in una gara che una volta aveva nel nostro Paese una densità elevatissima.

 

200m Stle Libero donne: in contumacia della Regina, il titolo va Stefania Pirozzi, che si impone in un indecente 1.59.71 davanti a Linda Caponi, unica altra atleta scesa sotto quello che una volta era il "muro" dei 2 minuti, ma che oggi rappresenta un tempo insignificante persino a livello giovanile al di fuori dei nostri confini. Risultato complessivo che sconforta in prospettiva staffetta 4*200m, che non sarebbe competitiva neanche con l'aggiunta di una Pellegrini da record del mondo.

 

4*200m Stle Libero maschile: vince la squadra dell'Esercito con 7.16.31 davanti ai Carabinieri. Primo club "civile", il solito Aniene, terzo assoluto. Sul fronte dei tempi individuali, niente di particolarmente significativo da segnalare (solo modesti 1.47 al via -uno, 1.47.29, del veterano Pizzetti- e 1.46 lanciati -anche qui, solo uno, Matteo Ciampi, con 1.46.92). Però è bene aspettare la gara individuale prima di fare discorsi sulla staffetta (e ricordiamo anche dell'assenza di Detti, pedina ormai fondamentale anche della 4*200m SL)...

 

oggi sono in programma: tra gli uomini,  gli 800m Stile Libero (con la sfida tra Acerenza e Paltrinieri), i 200 Misti (con l'attesissimo Ceccon) e i 100m Stile Libero (la gara regina del programma, con una possibile battaglia tra diversi protagonisti, dal veterano Dotto, ai Giovani Miressi, Vendrame e Vergani, che vedremo se sarà in grado di "allungare" anche sulla doppia vasca le sue grandi doti di velocista); tra le donne, i 1500m Stile Libero (con la cavalcata solitaria di Simona Quadarella), i 200m Misti (vediamo se Cusinato "esploderà" in quella che dovrebbe essere la sua gara migliore) e i 100m Stile Libero (con Federica Pellegrini).

A fine giornata, si disputeranno anche le 2 staffette 4*100m Miste.

Edited by phelps

Share this post


Link to post
Share on other sites
Henry_Leon    149

Basket  FIBA Europe Cup

Semifinali (gara di andata)

Reyer Venezia :ITA 82 -72 :NED Donar  Groningen

Sidigas Avellino :ITA  75 - 72 :DEN Bakken Bears

 

Basket EuroCup Women

Finale (andata) 

Galatasaray :TUR 90- 68  :ITA Reyer Venezia 

 

Volley Campionato Italiano

Sarà Novara-Conegliano la finale del campionato italiano femmiinile, entrabe hanno vinto le semifinali 3-0 battendo rispettivamente Busto Arsizio e Scandicci

Prima gara a Novara Mercoledì 18/4 (ev. gara 5 il 2 Maggio)

Dopo il campionato, Conegliano sarà impegnata nella F4 di CEV Champions Femminile (5 Maggio contro VakifBank)

 

CEV Volley Champions League (maschile)

Perugia vince due set ed elimina Novosibirsk grazie al 3-1 dell'andata; Civitanova vince 32- contro Trentino (andata 3-1)

Final Four  (12/13 Maggio):

Cucine Lube Civitanova :ITA vs  :POL  ZAKSA Kedzierzyn-Kozle

Sir Colussi Sicoma Perugia :ITA vs  :RUS  Zenit Kazan 

 

CEV Volley Challange CUP

La BUNGE Ravenna :champion:ha conquistato la Challenge Cup 2018 di volley maschile, la terza competizione continentale per importanza.

Nella doppia finale battuti i Greci dell'Olympiacos con un doppio  3-1

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
phelps    362

terza giornata di gare agli Assoluti di Nuoto a Riccione...

 

un breve riassunto dell'accaduto:

 

800 stile libero uomini: Assolo di Gregorio Paltrinieri, che firma il miglior crono stagionale al mondo di 7’45″53. Una gara regolare, scandita sul passo di 29″ per vasca e chiusura in 27″94 nell’ultimo 50 metri.
Alle sue spalle, il vincitore dei 400 sl Domenico Acerenza (7’57″60, deludente rispetto al risultato sulla mezza distanza) ed il giovane Johannes Calloni (7’59″80 e pass per gli Eurojunior centrato).


200 misti donne: Ilaria Cusinato, dopo il titolo dei 400 misti, si porta a casa anche quella dei 200 con un interessante crono di 2’11″26. L’atleta del Team Veneto si ferma ad appena 1 centesimo dal record italiano di Alessia Filippi, anche a causa di un leggero cedimento negli ultimi metri dell'ultima frazione. In ogni caso, questa è per lei la seconda prestazione italiana all time per lei e l'undicesima al mondo nel 2018.
In seconda posizione Sara Franceschi (2’13″26) ed in terza Carlotta Toni (2’14″33).


200 misti uomini: Atteso alla vigilia, Thomas Ceccon ottiene un altro titolo, quello dei 200 misti, stabilendo il primato italiano junior in 2’00″43. Tempo comunque inferiore alle (alte) aspettative, frutto di una già eccezionale prima parte di gara e di una seconda metà non ancora all'altezza della situazione (in particolare, pessima la rana del giovane Veneto e poco potente la frazione finale a stile libero).
Piazza d’onore per l’eterno Federico Turrini (2’00″93) e sul terzo gradino del podio Alberto Razzetti (2’01″08).


100 stile libero donne: Una gara deprimente, di livello modestissimo. Totalmente scentrata la prova di Federica Pellegrini, che, nonostante tutto vince facilmente in 54.42. Da terzo mondo natatorio il resto del campo gara, a partire da Erika Ferraioli (seconda classificata in 55″33) e Laura Letrari (terza con 55″63).


100 stile libero uomini: Finalmente si consacra il talento di Alessandro Miressi, classe ’98, che domina la vasca di ritorno e trionfa in 48″36 (quarta prestazione all time in Italia e quinto crono mondiale del 2018, sebbene in realtà a livello mondiale sia un crono che non vale una finale Mondiale, forse nemmeno Europea).
Secondo classificato il campione europeo in carica Luca Dotto (48″56, largamente peggiore delle aspettative) che ottiene però lo stesso il tempo per andare a Glasgow insieme al vincitore.
Modesto (e inferiore alle attese) anche il 48″98 di Ivano Vendrame, terzo alla fine della gara. Tutti sopra i 49 secondi gli altri finalisti. C'è ancora molto da lavorare prima di poter metter su una staffetta 4*100m stile libero davvero competitiva ai massimi livelli Europei e Mondiali.


1500 stile libero donne: Gran cavalcata solitaria di Simona Quadarella, che, per quel che vale in questo momento della stagione, firma il miglior tempo mondiale dell’anno nei 1500 sl con 15’57″66.
Completano il podio Martina De Memme (16’15″33, a soli 33 centesimi di secondo dal pass per Glasgow) e Giulia Gabrielleschi (16’19″52).

 
4×100 misti uomini: Le Fiamme Oro Roma trionfano con il crono di 3’35″04 (da segnalare la frazione interna di Matteo Rivolta da 50″85 nella farfalla), mettendosi alle spalle il Centro Sportivo Esercito (3’36″33) e il Team Nuoto Lombardia (3’40″65).


4×100 misti donne: Record italiano di Margherita Panziera nella prima frazione a dorso della 4×100 mista delle Fiamme Oro. 59″96 per lei, prima donna in Italia ad abbattere il muro del minuto, migliorando il precedente primato nazionale di Elena Gemo (1’00″22). Un tempo che nella gara in questione non dice granchè a livello internazionale, ma che si può considerare promettente in vista dei 200 dorso, di cui l’azzurra, sulla carta, è maggiormente specialista.
Per la cronaca, la vittoria è andata alle citate Fiamme Oro (4’02″12) a precedere l’Aniene A (4’05″68) e le Fiamme Gialle (4’06″09).

 

domani, quarta e penultima giornata.

In programma 100m Farfalla, 200m Dorso, 200m Rana e 200m Stile Libero maschili, nonchè 100m Dorso, 200m Farfalla e 50m Stile Libero donne a livello individuale.

A chiudere, in gara la staffetta 4*200m Stile Libero femminile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
phelps    362

Oggi a Riccione, nella quarta giornata dei Campionati Italiani Assoluti 2018

 

100 farfalla uomini: L’atteso confronto dei 100 delfino se lo aggiudica Matteo Rivolta (51″89).
Il lombardo grazie ad un’ottima seconda vasca da 27″58 ha preceduto di appena un centesimo Piero Codia (51″90) in una lotta palpitante.
Grazie a questi riscontri entrambi gli atleti volano a Glasgow per gli Europei assoluti mentre Federico Burdisso, terzo in questa gara, ha ottenuto il pass per gli Eurojunior di Helsinki (52″58) confermando il suo ottimo campionato qui nella piscina romagnola.


100 dorso donne: Federica Pellegrini si migliora di pochi centesimi rispetto al mattino, ma non scende sotto la soglia del minuto. Però vince facile in 1.00.03.
Margherita Panziera, infatti, non avvicina nemmeno il tempo realizzato in staffetta ieri e, pur con il tempo limite per Glasgow, resta a mezzo secondo da Federica con il suo 1’00″54.


200 dorso uomini: Matteo Restivo si conferma campione Nazionale con il tempo di 1’56″93, che avvicina ma non migliora il suo record Italiano realizzato nella scorsa Primavera.
Lontani e su crono deludenti (sopra l'1.58) tutti gli altri.
Addirittura relegato alla Finale B il giovane talento Thomas Ceccon, ormai a corto di energie mentali, che paga una batteria mattutina davvero troppo sonnolenta. Peraltro anche al pomeriggio, pur vincendo la gara per il 9. posto, non entusiasma e non scende neanche sotto i 2 minuti (2.00.26 per lui, comunque record personale).


200 farfalla donne: La gara più bella e combattuta della giornata. Alessia Polieri, Ilaria Bianchi ed Ilaria Cusinato staccano il biglietto per la Scozia nella specialità.
La vittoria è andata alla Polieri, bravissima nell’ultima vasca a recuperare terreno su una Bianchi partita molto forte, nel tentativo di prendere di sorpresa le rivali.
Polieri non si è lasciata troppo influenzare chiudendo in 2’08″15 battendo la nuotatrice della Fiamme Azzurre (2’08″33) ed una Cusinato in grande spolvero nella seconda parte dell’atto conclusivo, terza al tocco in 2’08″76.


200 rana uomini: Luca Pizzini si conferma leader in questa specialità. Complice un calo negli ultimi 30 metri, però, il tempo non è dei più entusiasmanti (2’09″91).
Alle sue spalle Edoardo Giorgetti (2’11″41) e Flavio Bizzarri (2’11″91).

 
50 stile libero donne: Lucrezia Raco sorprende la favorita Ferraioli e vince il titolo Tricolore con 25″33. Una gara su livelli non proprio eccelsi che confermano le difficoltà nel settore femminile dello stile libero veloce.


200 stile libero uomini: Filippo Megli era indicato come il favorito ed il nuotatore della Florentia Nuoto ha ottenuto il titolo tricolore con il tempo di 1’47″78, comunque lontano oltre 1 secondo dal proprio personale.
Da dimenticare, in prospettiva staffetta 4*200m stile libero, la prestazione degli altri finalisti, tutti ben oltre l'1.48. Il meglio a livello internazionale è davvero molto, molto lontano.


4*200 stile libero donne: Più che il successo delle Fiamme Oro in 8’04″00, l'attenzione era rivolta esclusivamente alla prestazione della Pellegrini.
La veneta ha completato la terza frazione dell’Aniene in 1’56″67, tempo che conferma lo standard elevatissimo che Federica, seppur senza preparazione specifica, è in grado di esprimere costantemente in questa gara.
Per la cronaca, detto della vittoria delle Fiamme Oro, sul podio troviamo al secondo posto il Centro Sportivo Esercito (8’05″32) e al terzo il Centro Sportivo Carabinieri (8’08″97).


Domani, ultima giornata di questi Campionati Assoluti 2018, sono in programma i 50m Rana, i 400m Stile Libero, i 50m Farfalla e i 200m Dorso donne, nonchè i 50m Rana, i 400m Misti, i 1500m Stile Libero (con l'atteso assolo di Gregorio Paltrinieri) e, da ultimo, la Staffetta 4*100m Stile Libero al maschile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
phelps    362

Nuoto, Campionati Italiani Assoluti, Ultima Giornata

 

50 rana donne: Arianna Castiglioni trionfa con il crono di 30″67 (sesta prestazione mondiale del 2018, ma comunque una prestazione ancora lontana dalle medaglie internazionali).
Martina Carraro è seconda con 30″93, tempo che vale anche per lei il pass per gli Europei di Glasgow.
Terza classificata, Benedetta Pilato, classe 2005, che conquista il podio ed il record italiano “ragazzi” in 31″82, migliorando ulteriormente il già significativo risultato delle batterie della mattinata.


50 rana uomini: Decisamente la gara con il risultato più eclatante di tutti i Campionati. Un Fabio Scozzoli strepitoso, infatti, trionfa con il nuovo primato italiano di 26″73, terza prestazione mondiale della stagione, nonchè terza prestazione Europea e sesta mondiale all-time. Alle sue spalle Andrea Toniato (27″70) e Luca Pizzini (27″71).


400 stile libero donne: Simona Quadarella migliora di circa un secondo e mezzo il proprio personale e sigla il crono di 4’06″78 (record italiano “Cadetti”), sesta prestazione mondiale del 2018 nelle otto vasche.
In seconda piazza Stefania Pirozzi, con il tempo di 4’08″93, vicina al limite FIN (4’08″2) fissato per la partecipazione agli Europei 2018 di Glasgow.
Terza posizione per Linda Caponi in 4’09″76.


400 misti uomini: Bella gara, aperta, a dispetto dei pronostici, fino all'ultimo metro. Alla fine vince in ogni caso il favorito della vigilia, Federico Turrini (4.16.40 per lui), ma facendo molta più fatica di quanto ci si aspettasse.
Secondo il sorprendente Pier Andrea Matteazzi (4’17″21), terzo, più distanziato, Mattia Bondavalle (4’21″13).


200 dorso donne: Margherita Panziera si migliora anche su questa distanza (2’08″99, contro il precedente record di 2’09″43), ma non riesce a strappare il primato Nazionale ad Alessia Filippi, rimanendo a quasi un secondo dal limite, anche a causa di una prima metà gara fin troppo "coraggiosa".
Seconda posizione per Carlotta Toni (2’11″10) e terza la classe 2002 Giulia D’Innocenzo (2’12″26), qualificatasi agli Eurojunior di Helsinki, estremamente talentuosa e da osservare per il futuro.


1500 stile libero uomini: Eccoci alle trenta vasche più attese, con “Sua Maestà” Gregorio Paltrinieri. Il riscontro finale è il seguente: 14’50″35.  Il campione del mondo, olimpico ed europeo conferma, dunque, il titolo in Italia pur non sembrando brillantissimo.
“Penso che sia normale non essere brillantissimi. La nuotata è da mettere a posto ma 14’50 non è un tempaccio, considerando il momento della stagione. Prima degli Europei farò i Giochi del Mediterraneo e il Sette Colli. Ma adesso serve tanto allenamento, con il Moro andremo in altura: a Glasgow sarò in forma“, le parole del carpigiano.
Seconda piazza per Domenico Acerenza che in 15’00″63 stacca il biglietto continentale ripetendosi dopo la vittoria dei 400 sl mentre terzo tempo per lo specialista delle acque libere Mario Sanzullo (15’18″89).


50 farfalla donne: Elena Di Liddo fa sua la gara più corta della Farfalla donne in 26″48, superando piuttosto nettamente la regina dei 100m (Farfalla), Ilaria Bianchi (26″66 per l'Imolese).Terza piazza per la veterana Elena Gemo (26″90).


4×100 stile libero uomini: Nell’ultima gara dei campionati prevale il Centro Sportivo Esercito. Lorenzo Zazzeri (49″76), Piero Codia (49″74), Ivano Vendrame (48″96) e Giovanni Izzo (49″61) portano alla vittoria la loro squadra con il tempo di 3’18″07 davanti alle Fiamme Oro (3’18″95, con una frazione di chiusura di Alessandro Miressi da 48″10).
Sul gradino più basso del podio il Centro Sportivo Carabinieri (3’19″91).


Si chiudono così i Campionati Assoluti Primaverili di quest'anno, caratterizzati da solo 2 record Nazionali assoluti e con il solo Fabio Scozzoli, tra gli atleti di punta, a dar lustro al proprio nome.
Per gli altri veterani, invece, una serie di prestazioni poco incisive (quando non del tutto sottotono).
In particolare, desta grande preoccupazione il settore femminile, attestato su livelli davvero modesti, specie nelle gare che alimentano anche le 2 staffette principali, ovvero 100 e 200 metri stile libero.
Leggermente più incoraggianti i risultati a livello giovanile, anche in questo caso, però, catalizzati più dai ragazzi che dalle fanciulle, in particolare da Federico Burdisso (campione assoluto con record junior sui 200 Farfalla) e, soprattutto, Thomas Ceccon (campione assoluto sui 100 Dorso e sui 200 Misti), anche se da lui ci si aspettava probabilmente un'esplosione ancor più fragorosa su tempi che per adesso invece non paiono ancora alla sua portata.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gianlu33    789

Si sono chiuse poco fa le iscrizioni per diversi tornei che si terranno nella prossima settimana e tra due settimane. Non risultano italiani iscritti al G1 in Iran e al G2 di Wuxi (per ovvi motivi...) ma risulta una pattuglia azzurra nei campionati europei per club (G2) e per gli europei (G4).  In grassetto sono segnati i primi due italiani del ranking olimpico. Da segnalare che Treviso ha cambiato categoria..

 

Campionati europei per club:

-54kg maschili: Vito dell'Aquila (24), Daniele Lo Pinto (239), Simone Caliri (555), Pasquale Francesco Romito (NR)

-58kg maschili: Antonio Flecca (58), Saverio Brutto (359), Mattia Crescenzi (562), Francesco Puliafito (1612), Niccolò Bugamelli (NR)

-63kg maschili: Simone Crescenzi (81), Andre Cano (609), Gabriele Crisafulli (680), Emiliano Lopinto (816), Nickolas Pugliese (1680), Gabriele Caulo (1963), Cosimo De Giosa (NR)

-68kg maschili: Davide Spinosa (143), Gianmarco Moschin (247), Simone Alessio (430), Luciano Bonaccorso (331), Michele Fugazzotto (1166), Alessio Beretta (NR)

-74kg maschili: Mariano Bucolo (603), Nicu Paul Gavra (1127), Claudio Treviso (NR), Gianluca De Rosa (NR)

-80kg maschili: Roberto Botta (33), Cristian Clementi (200), Ivan Scala (381), Erminio Pilluni (NR), Goffredo Francioni (NR)

-87kg maschili: Matteo Milani (81), Luigi Traversa (342), Matteo Marjanovic (396)

+87kg maschili: Marcello Massafra (620), Markus Zadra (745), Davide Messineo (NR)

-46kg femminili: Martina Corelli (131), Veronica Pau (964), Eleonora Parigi (NR)

-49kg femminili: Erica Nicoli (48), Sarah Al  Halwani (96), Jessica Salsedo (583), Bianca Pantaleoni (723), Ilaria Gentiloni (NR), Sara Giorgianni (NR)

-53kg femminili: Letizia Di Blasio (718), Aurora Pinti (NR)

-57kg femminili: Natalia D'Angelo (74), Federica Rocca (442), Alessia Korotava (522), Samila Ismail Hussein (1150),

-62kg femminili: Silvia Lombardi (NR), Licia Martignani (NR)

-67kg femminili: Daniela Rotolo (15), Cristina Rizzelli (64), Dalida D'Ambra (122), Cristina Gaspa (821), Maristella Smiraglia (NR)

+73kg femminili: Laura Giacomini (41)

 

Convocati per l'Europeo, torneo valido G4

-54kg maschili: Vito dell'Aquila (24)

-58kg maschili: Antonio Flecca (58)

-68kg maschili: Simone Alessio (430),

-74kg maschili: Claudio Treviso (NR)

-80kg maschili: Roberto Botta (33)

-87kg maschili: Luigi Traversa (342)

-67kg femminili: Daniela Rotolo (15)

-73kg femminili: Maristella Smiraglia (39)

+73kg femminili: Laura Giacomini (41)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


×